23 marzo 2019
Aggiornato 15:00
Emergenza sbarchi

Gentiloni: «Impegno per rifugiati vincolante per tutti Paesi Ue»

Il premier: «Se vogliamo consolidare un meccanismo di flussi legali dobbiamo far condividendo a livello Ue il sostegno ai Paesi africani»

LUBIANA - Sulla questione dei migranti «l'Italia ha portato avanti negli ultimi mesi alcuni degli obiettivi che avevamo illustrato e condiviso con il Consiglio europeo a Malta e i risultati si vedono, nel senso della riduzione degli sbarchi, che è un risultato della nostra politica e del sostegno dell'Ue a questa politica». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, in conferenza stampa a Lubiana.

«Sono risultati - ha aggiunto - mai definitivi, sempre da consolidare e il più possibile da europeizzare perché se vogliamo consolidare un meccanismo di flussi legali dobbiamo far condividendo a livello Ue il sostegno ai Paesi africani e l'impegno comune per l'accoglienza. Da questo punto di vista la cooperazione tra Italia e Slovenia, sia di accoglienza che di presidio nel Mediterraneo, è sempre stato esemplare». «Sul tema molto delicato delle migrazioni ci sono pareri diversi: l'Italia ritiene che l'impegno sui rifugiati sia vincolante per tutti» ha ribadito il presidente del Consiglio. «Contemporaneamente - ha aggiunto - credo che nel confermare questa opinione dobbiamo registrare con interesse la disponibilità degli amici della Repubblica Ceca a collaborare sul piano della dimensione esterna: abbiamo discusso di progetti comuni in Africa, delle operazioni in corso nel Mediterraneo, della possibilità di collaborare sia pure mantenendo opinioni diverse».