26 ottobre 2021
Aggiornato 21:00
Famiglia

Renzi lancia il «dipartimento mamme», Meloni: Ci vuole una rivoluzione del welfare

Secondo Giorgia Meloni, è inaccettabile che il fisco punisca le donne che sono mamme e lavorano. Per la leader di Fratelli d'Italia, invece, è necessaria una rivoluzione del welfare, che permette di attuare qualora vada al governo

ROMA - Del fatto che in Italia chi sceglie di mettere al mondo dei figli e farsi una famiglia è decisamente poco tutelato, infine, se n'é accorto anche Matteo Renzi, forse sospinto dalle elezioni politiche che si avvicinano. Così, il segretario Pd, nella sua più complessiva opera di riorganizzazione del partito, ha lanciato il cosiddetto «dipartimento mamme», pensando ad una struttura apposita che si occupi di maternità. Una decisione che ha attirato le critiche dei social, soprattutto tra chi considera «passatismo» ridurre la donna al mero ruolo di madre. Chi invece si è sempre dichiarata attenta alle politiche per la famiglia è Giorgia Meloni, che, non a caso, ha voluto commentare sulla sua pagina Facebook un pezzo del Giornale che denuncia lo status quo: secondo il quotidiano, infatti, in Italia le imposte per le donne che scelgono famiglia e lavoro sono al 30,5%, mentre se non si sposano arrivano al 15,6%.

Il pacchetto
Una situazione intollerabile secondo la Meloni, che ha ricordato come qualche settimana fa Fratelli d'Italia abbia presentato le sue proposte per la famiglia, a tutela della maternità e a sostegno della natalità, «che poniamo alla base del nostro programma di Governo e di ogni alleanza». La leader di Fratelli d'Italia lo ha definito "un pacchetto molto complesso di iniziative che partono dalla tassazione, che va spostata dalla persona al nucleo familiare, passa per gli incentivi alle aziende che hanno il coraggio di assumere una donna in età fertile e quindi a strumenti che rendono questa assunzione agevole e arriva fino al reddito per l'infanzia, per sostenere le famiglie più in difficoltà che mettono al mondo dei figli».

Rivoluzione del welfare
Secondo Meloni, le slide e gli slogan di Renzi non bastano, né tantomeno sono sufficienti bonus una tantum: «in Italia è urgente e necessaria una rivoluzione del welfare per mettere al centro del nostro stato sociale la famiglia, che è il primo nucleo di solidarietà», conclude Meloni.