5 aprile 2020
Aggiornato 04:00
Pedofilia

Adescava minori sui social, arrestato dirigente sportivo di Cuneo

Un uomo di 24 anni, dirigente sportivo, è stato arrestato perché adescava minorenni in chat, sui social. Per contattare le sue vittime utilizzava falsi profili femminili

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/06/20170627_video_11401929.mp4

TORINO – La polizia postale torinese ha eseguito un’ordinanza cautelare nei confronti di un direttore sportivo di una squadra di calcio giovanile – ora agli arresti domiciliari. Il motivo sarebbe l’adescamento di minori sul web. L’uomo, di 24 anni, avrebbe utilizzato falsi profili femminili per contattare le sue vittime su diversi social network. Stando alle prime dichiarazioni, in oltre tre anni di ‘attività’ illecita avrebbe adescato più di 100 minori.

Selfie compromettenti
Con la scusa di essere interessato (anzi, interessata, dato che si spacciava per donna) ai ragazzi che adescava, il dirigente sportivo avrebbe utilizzato alcuni stratagemmi per farsi mandare contenuti erotici, sotto forma di selfie o altro, da parte dei ragazzi che aveva adescato. I ragazzi che sono caduti nella rete dell’uomo era quasi tutti appartenenti al mondo del calcio giovanile o che militavano in qualche squadra. In tutto, il dirigente sportivo avrebbe utilizzato quattro diverse (false) identità femminili. Con queste, dopo aver contattato i giovani ed essersi fatto inviare i primi selfie, poi li ricattava per averne altri. Nei tre anni di attività di adescamento, pare che avesse accumulato molto materiale pedopornografico, che è stato sequestrato dalla polizia postale di Torino.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal