9 dicembre 2019
Aggiornato 21:00
Marijuana legale

«Marijuana legale», è in vendita a Roma. Boom di ordini in un mese

Fornita da Easy Joint e venduta a Monti Tiburtini da Joint Grow, la «Marijuana leggera» ha registrato un boom di vendite. Contiene bassi livelli di THC ma è antinfiammatoria e miorilassante

Marijuana legale in vendita da Joint Grow
Marijuana legale in vendita da Joint Grow Shutterstock

ROMA - «Vendiamo Marijuana legale», è questo il messaggio di Joint Grow, un negozio di Roma che si trova a Monti Tiburtini. La vendita è iniziata il 20 maggio è un meno di un mese sono state smerciate ben 20 scatole. 

Quale Marijuana?
Come è possibile che vengano venduti simili quantitativi di Marijuana sotto gli occhi di tutti? Il motivo è molto semplice: il locale, situato in via Carlo Amoretti, vende esclusivamente semi da coltivazione e, di conseguenza, non coltivabili. Ma anche fertilizzanti, prodotti cosmetici, piante da orto e giardino e Marijuana Light. Rientra, infatti, nella totale legalità acquistare una confezione da otto grammi di cannabis leggera.

Il fornitore ufficiale
Il negozio Joint Grow vende i suoi prodotti grazie al fornitore Easy Joint, un produttore ben conosciuto per la fornitura di articoli a basso contenuto di tetraitrocannabinolo. I livelli bassissimi di THC – il principio attivo principale della cannabis - ne permettono la libera vendita alla luce del sole. Il tutto, infatti, rispetta i limiti imposti dalla legge.

Cannabis industriale e totalmente legale
Secondo quanto dichiarato da Andrea Glofoni a Roma Today durante un’intervista, la cannabis che viene venduta possiede «un basso contenuto di Thc, inferiore ai limiti di legge, che la rende assolutamente legale. La legge, infatti, prevede l'illegalità per la molecola del Thc e non della pianta di cannabis in sé per sé. Questo - continua Glofoni, proprietario 33enne di Joint Grow - è stato sancito da una legge di qualche anno fa che da pochi mesi è stata cambiata. In termini di legge il limite di Thc è stato alzato dal 0,2 al 0,6%. Il limite massimo consentito è 0,6. Il range dei prodotti che trattiamo come Easy Joint arriva massimo allo 0,091, inferiore allo 0,1%, quindi assolutamente legale».

  • Leggi anche: L'olio di canapa fa sparire le crisi epilettiche incurabili
    Una madre utilizza con successo l’olio di cannabis (o di semi di canapa) riuscendo a fermare le crisi epilettiche del proprio bambino, che ne era colpito fino a 20 volte al giorno. L’incredibile storia di una madre che ha trovato il modo di curare una forma di epilessia definita incurabile.

Poco più di una camomilla
A detta di Glofoni, il contenuto di un cannabinolo – il cosiddetto CBN – è un narcolettico che potrebbe essere paragonabile agli effetti di una semplice camomilla. Mentre il contenuto di CBD dona effetti di rilassamento muscolare e antinfiammatori. Ma, anche in questo caso, i prodotti venduti da Joint Grow hanno una particolarità: arrivano fino al 4%. Una percentuale decisamente elevata ai fini salutari.

Quanto costa?
In meno di un mese, Joint Grow è riuscito a vendere oltre mille confezioni, in parte forse anche grazie a i prezzi relativamente contenuti: 17 euro per una confezione da 8 grammi.