21 maggio 2019
Aggiornato 04:30
Proprietà della Marijuana

Sindrome dell’intestino irritabile: nuove speranze dalla gomma alla cannabis

Alcuni tipi di cannabinoidi sembrano essere la nuova terapia per le persone affette da sindrome dell’intestino irritabile. Le scoperte degli scienziati

Il cheving gum alla cannabis per la sindrome dell'intestino irritabile
Il cheving gum alla cannabis per la sindrome dell'intestino irritabile ( Shutterstock )

WAGENINGEN - Ancora nuove e importanti applicazioni sul fronte Cannabis: la marijuana sembra essere la soluzione alternativa per ridurre i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile. E il metodo di assunzione pare essere decisamente pratico: una semplice gomma da masticare.

Riduce i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile
Secondo quanto emerge da uno studio condotto dai ricercatori della Wageningen University (Paesi Bassi), le gomme da masticare che contengono cannabinoidi potrebbero essere la soluzione per i pazienti affetti da sindrome da intestino irritabile. Dai risultati è emerso che riduce i crampi allo stomaco, normalizza il gonfiore intestinale e l’evacuazione.

Addio ai fastidiosi spasmi al colon
Grazie alle virtù dei cannabinoidi, il nuovo chewing gum sarebbe in grado di alleviare i dolori spasmi al colon tipici di questo disturbo intestinale. Il nuovo prodotto è stato ideato da un’importante società di investimento della Medical Marijuana Inc: l’AXIM.

Un traguardo importante
«Siamo entusiasti di vedere che Axim Biotecnologie Inc (AXIM) ha raggiunto un altro importante traguardo nel suo programma di sviluppo clinico», dichiara Stuart Tito, CEO di Medical Marijuana, Inc. «Questo è il primo avanzamento nella ricerca dei cannabinoidi per il trattamento della sindrome del colon irritabile nella storia della medicina e dà un chiaro esempio di come AXIM sia molto avanti nei suoi programmi di sviluppo clinico», si legge su Dailymail.

Uno studio unico
I ricercatori sostengono che questo è il primo studio che ha evidenziato un’importante relazione tra la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) e i cannabinoidi CBD. A breve inizierà un test su 40 volontari giovani e adulti per valutarne ulteriormente l’efficacia. La gomma da masticare conterrà 50 mg di CBD e l’assunzione orale sarà prevista per un numero massimo di 6 al giorno.

Le proprietà della gomma alla cannabis
La gomma da masticare alla cannabis promette di ridurre i crampi allo stomaco, gonfiore addominale, crampi e dolore. Il motivo di cotanta efficacia sarebbe imputabile ai recettori cannabinoidi endogeni che interagiscono con il tratto digestivo riducendo le tensioni. Il nome del prodotto è CanChew.

Le virtù del CBD
Quando si pensa alla cannabis viene a mente subito il THC o delta 9-tetraidrocannabinolo il cannabinoide più importante della marijuana. Tuttavia ve ne è un altro un po’ meno conosciuto, chiamato CBD, che è stato utilizzato per la realizzazione della gomma da masticare. Anche se è bene precisare che la cannabis ne contiene circa 85. Il CBD è considerato un cannabinoide non psicoattivo che pare essere efficace contro l’infiammazione, la nausea, l’artrite reumatoide, il diabete, le patologie cardiovascolari, l’epilessia, l’ansia, i dolori muscolari e neuropatici, le psicosi e gli spasmi. Se lavora in simbiosi con il THC ne riduce gli effetti eccitanti.