22 febbraio 2020
Aggiornato 21:30
Bufera in casa Pd

D'Alema contro Renzi: Al ballottaggio voto Raggi. Poi la smentita

Secondo un'indiscrezione riportata da Repubblica, l'ex premier, Massimo D'Alema, avrebbe confessato l'intenzione di appoggiare la Raggi a Roma pur di affossare Renzi. Il suo ufficio stampa smentisce, ma intanto scoppia il caso

ROMA - Scoppia la polemica in casa Pd. Al centro del caso, stavolta, l'ex leader Massimo D'Alema, che, in via confidenziale avrebbe detto di voler votare la grillina Virginia Raggi a Roma al prossimo ballottaggio del19 giugno. L'indiscrezione sarebbe venuta fuori in un retroscena di Repubblica. Secondo il quotidiano, l'ex premier avrebbe detto ad alcuni fedelissimi che sarebbe disposto anche a votare «Lucifero» pur di battere Matteo Renzi e avrebbe aggiunto: «Voto per la Raggi e invito chi mi chiede un consiglio a fare altrettanto».

Verso una nuova sinistra
Come scrive Goffredo De Marchis su Repubblica, Nei colloqui con gli amici, durante la campagna elettorale che ha fatto in giro per l'Italia nei comuni dove lo hanno chiamato i fedelissimi, D'Alema avrebbe svelato la sua scelta romana: «Voto per la Raggi e invito chi mi chiede un consiglio a fare altrettanto». Secondo l'ex premier, peraltro, una sconfitta di Matteo Renzi «non provocherebbe affatto una crisi di sistema. Dopo di lui un'alternativa c'è, eccome». L'obiettivo sarebbe quello di indebolire l'attuale segretario del Partito democratico, far cadere il governo Renzi per poi «mettersi al lavoro per ricostruire la sinistra riformista». Due gli step previsti da D'Alema secondo Repubblica per raggiungere il risultato sperato: i ballottaggi di Roma e Milano e il referendum costituzionale di ottobre. Pare, inoltre, che già dalla prossima settimana D'Alema si prepara a costituire i comitati del «no».

D'Alema smentisce
Dalle fila del Partito Democratico arriva subito una richiesta di chiarimento, ed è proprio il presidente del partito, Matteo Orfini, a chiedere una smentita all'ex premier: «Spero che D'Alema smentisca al più presto. E che venga a darci una mano in questi ultimi giorni di campagna». Intanto Massimo D'Alema smentisce l'articolo di Repubblica in cui si attribuisce all'ex premier l'intenzione di votare per Virginia Raggi a Roma. La portavoce di D'Alema, Daniela Reggiani, spiega: «L'articolo pubblicato da 'Repubblica' è falso». Addirittura, secondo lo staff di D'Alema, i numerosi virgolettati riportati, «a cominciare dal titolo, corrispondono a frasi mai pronunciate». A conferma di ciò, secondo Reggiani, anche il fatto che «l'autore non precisa né dove, né quando, né con chi sarebbero state dette. Le riunioni di cui si parla non si sono mai svolte. La ricostruzione è frutto della fantasia del cronista e della volontà dei suoi mandanti. D'Alema, che è quasi sempre all'estero, non ha avuto modo di occuparsi della campagna elettorale di Roma».