22 febbraio 2020
Aggiornato 16:30
La posizione dell'ex candidata di FdI

Meloni: Raggi e Giachetti sono due forme della stessa sinistra

Alla vigilia del ballottaggio capitolino, il presidente di FdI esprime perplessità per posizioni e proposte dei due candidati Virginia Raggi e Roberto Giachetti, a suo dire entrambi di sinistra

ROMA - «Ho preferito non dare indicazioni di scelta tra Virginia Raggi e Roberto Giachetti pur sapendo che è più facile che chi ha votato per me, voterà al ballottaggio contro il governo Renzi». A dirlo è, nel corso della diretta su Facebook, il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. «Roma è la mia città e la città che amo e non vorrei prendermi la responsabilità di dare un'indicazione su un'amministrazione che potrebbe ugualmente risultare non così buona», alla luce del fatto - spiega Meloni - che nella proposta della candidata grillina «ho trovato tanta approssimazione».

I ballottaggi in corso
Raqgi e Giachetti per la leader di FdI sono «due forme della stessa sinistra», infatti, su temi come centri sociali e campi rom non ci sono grandi differenze tra loro e «indipendentemente da chi vincerà continueranno ad essere tollerate le zone franche e che hanno distrutto Roma e che rappresentano un problema per la sicurezza e per il decoro». FdI è impegnato sul territorio nazionale in diversi ballottaggi: Caserta, Grosseto, Novara, Pordenone Ravenna, Trieste, Varese, con persone di Fratelli d'Italia candidati sindaco anche in comuni non capoluogo come Rossano e Terracina. «Siamo ovviamente impegnati nel ballottaggio di Milano dove sosteniamo Stefano Parisi che può agevolmente ambire a ricoprire la carica di sindaco. Poi potrebbe essere molto interessante il ballottaggio di Bologna dove tanta è l'avversione dei cittadini bolognesi nei confronti del sindaco uscente Merola, e dove la nostra Lucia Borgonzoni può giocarsi delle chance importanti», spiega ancora Meloni.

La situazione napoletana
A Napoli, invece, Fratelli d'Italia aveva scelto di non sostenere Lettieri, ma la decisione non è stata molto premiata. Ora su Napoli c'è un ballottaggio tra il sindaco uscente e Lettieri e «io penso che i nostri elettori non avranno grande difficoltà a scegliere, perché sicuramente non si può votare né per De Magistris, né per la sua proposta. Oggi invece sarò a Terracina con Nicola Procaccini e a Latina per sostenere Nicola Calandrini che è il nostro candidato sindaco e che si trova in una situazione un po' simile a Roma: noi contro tutti ma sono convinta che questa battaglia si può vincere», ha detto Meloni.