20 maggio 2019
Aggiornato 15:00
Arrestato dalla Polizia

«Mi faccio esplodere»: 52enne su autobus a Centocelle

Un colombiano ha minacciato di farsi esplodere su un autobus. Intervenuti gli uomini dell'Esercito che lo hanno consegnato alla Polizia

52enne minaccia di farsi esplodere su un bus: arrestato
52enne minaccia di farsi esplodere su un bus: arrestato ( Shutterstock )

ROMA – Minacce a scopo terroristico. Questa l'accusa mossa nei confronti di un uomo che, sabato mattina, su un bus, ha iniziato ad urlare che si sarebbe fatto esplodere sul mezzo. Un 52enne colombiano è stato arrestato e denunciato a piede libero per procurato allarme.

L'allarme
L'uomo, sull'autobus in zona Centocelle, ha iniziato ad urlare sollecitando gli altri passeggeri del mezzo a seguirlo nel suo gesto suicida. Il conducente dell'autobus è stato abile nel portare a termine la sua corsa, sapendo che al capolinea – poco distante dal luogo in cui era iniziata la farsa del colombiano – si trovava un presidio dell'Esercito Italiano. Sono stati i passeggeri stessi, appena arrivati al capolinea, ad allertare gli uomini dell'esercito. Questi, dopo aver ricevuto conferma dal conducente dell'autobus rispetto a quanto accaduto, hanno messo in sicurezza la zona, cercando poi di entrare in contatto con l'uomo e farlo desistere dal gesto che annunciava a gran voce.

L'arresto
Il 52enne in evidente stato di escandescenza, piuttosto che ascoltare i militari, si è scagliato contro di loro. Immobilizzato, il colombiano è stato consegnato agli agenti di Polizia per essere arrestato per resistenza aggravata a pubblico ufficiale e denunciato a piede libero per minacce a scopo terroristico, procurato allarme e interruzione di pubblico servizio.