19 ottobre 2019
Aggiornato 11:00
Pubblicato avviso per progetto con Anci

Galletti: 1,6 mln per il Giubileo della luce nei Comuni

Con questa iniziativa vogliamo rendere il Giubileo, con il suo straordinario messaggio indissolubilmente legato all'Enciclica 'Laudato Si' di Papa Francesco, un momento di inclusione e partecipazione per le comunità locali, di crescita attraverso l'efficienza energetica e l'innovazione sostenibile

Un'occasione per illuminare gli angoli più belli per il Giubileo
Un'occasione per illuminare gli angoli più belli per il Giubileo Shutterstock

ROMA - Un'occasione importante per illuminare le città in modo sostenibile. E' stato pubblicato l'Avviso pubblico dell'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani per raccogliere le manifestazioni di interesse al progetto «Giubileo della Luce»: prende così il via l'iniziativa di Ministero dell'Ambiente e Anci per illuminare con tecniche sostenibili, in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, siti ed edifici religiosi dei comuni italiani sotto i 30.000 abitanti che siano attraversati da una delle antiche vie dei pellegrini, i cosiddetti «cammini», ufficialmente inseriti nella rete «Cammini d'Europa». Le risorse destinate dal ministero dell'Ambiente per valorizzare attraverso questa iniziativa i territori comunali ammontano a 1 milione e 600 mila euro.

Inclusione e partecipazione
«Nell'Italia dei comuni - afferma il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti - c'è una ricchezza straordinaria, spesso poco nota, fatta di bellezze artistico-religiose, culturali e ambientali uniche in tutto il mondo. Con questa iniziativa vogliamo rendere il Giubileo, con il suo straordinario messaggio indissolubilmente legato all'Enciclica 'Laudato Si' di Papa Francesco, un momento di inclusione e partecipazione per le comunità locali, di crescita attraverso l'efficienza energetica e l'innovazione sostenibile».

Valorizzare la bellezza italiana
Chiese, cattedrali, santuari, abbazie e monasteri meno conosciuti, ma anche grotte, statue e testimonianze storiche-religiose presenti nei piccoli centri italiani interessati dai pellegrinaggi del Giubileo potranno così essere valorizzate attraverso opere di efficientamento luminoso e valorizzazione artistica, co-progettate con Anci, per un massimo di 150 mila euro ad intervento. La Commissione chiamata a valutare le manifestazioni d'interesse formerà una graduatoria nella quale a determinare il punteggio finale sono alcuni precisi criteri: tra questi, la presenza di una Porta Santa, il rilievo culturale e storico del sito, la caratterizzazione come «borgo», la presenza di aree naturali protette da valorizzare o di aree colpite da eventi naturali da recuperare, la presenza di eccellenze enogastronomiche, il livello di impegno dei comuni sui temi energetico-ambientali, ma anche la presenza di associazioni giovanili, start-up e imprese energetiche. Per presentare le candidature, un massimo di una a comune, ci sarà tempo fino alle ore 12 dell'11 aprile.