16 novembre 2019
Aggiornato 02:00
il danno è di circa 30mila euro

Torrino, arrestati 34 senegalesi per furto di energia elettrica

Durante un controllo, all'interno di alcuni box-garage in disuso, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur hanno notato degli allacci abusivi alla cabina Acea in strada

34 stranieri sono stati arrestati dai Carabinieri a Roma.
34 stranieri sono stati arrestati dai Carabinieri a Roma. Shutterstock

ROMA - Arrestati a Roma per furto di energia elettrica in concorso 34 cittadini senegalesi, di età compresa tra i 20 e 50 anni. Durante un controllo in Piazza Cina, nel quartiere Torrino, all'interno di alcuni box-garage in disuso, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur hanno notato degli allacci abusivi alla cabina Acea in strada, con i quali gli arrestati fornivano i locali di energia elettrica, alimentando l'illuminazione, televisori, decoder ed elettrodomestici vari.

L'intervento dell'ispettorato dell'Acea
I Carabinieri hanno richiesto l'intervento di personale dell'ispettorato dell'Acea S.p.a. per mettere in sicurezza la cabina elettrica e i numerosi cavi di fortuna utilizzati per alimentare i singoli box con reale rischio d'incendio dalle conseguenze potenzialmente drammatiche.

34 stranieri senegalesi arrestati
Il personale Acea ha confermato la manomissione fraudolenta, quantificando il danno causato dal furto in circa 30mila euro. I 34 stranieri sono stati arrestati e rimessi in libertà in attesa di giudizio. Dovranno rispondere di furto aggravato in concorso. Analogo episodio, che interessò lo stesso stabile, fu scoperto dai Carabinieri della Stazione Roma Torrino Nord, nel luglio 2013, quando furono arrestati altri 26 cittadini senegalesi.