27 giugno 2019
Aggiornato 00:00
l'appello a zingaretti

Aprilia, stop alle esalazioni di Kyklos Acea. E' a rischio la salute dei cittadini

L'impianto di compostaggio Kylos Acea si trova in località Le Ferriere, vicino Aprilia, e produce esalazioni tossiche

ROMA - I consiglieri regionali di Si-Sel hanno depositato una mozione per chiedere al presidente Zingaretti di salvaguardare la salute dei cittadini che abitano nei pressi dell'impianto di compostaggio Kylos Acea, vicino Aprilia.

Nel 2014 sono morti due operai
«Abbiamo depositato oggi una mozione, a firma di tutti i consiglieri del Gruppo di Si - Sel alla Regione Lazio, per chiedere al Presidente Zingaretti e alla Giunta di tutelare la salute dei cittadini che abitano nei pressi dell'impianto di compostaggio Kyklos Acea, in località Le Ferriere, vicino Aprilia. Finora poche risposte sono state date ai cittadini, che chiedono da anni la messa in sicurezza di un impianto che nel 2014 ha già visto la morte di due operai incaricati dell'asportazione del percolato». E' quanto affermano in una nota congiunta la consigliera regionale del Gruppo Di-Sel del Lazio, Marta Bonafoni e il Responsabile Ambiente e Agricoltura di Sinistra Ecologia Libertà del Lazio Claudio Pelagallo.

Le esalazioni rendono l'aria irrespirabile
«Con questa mozione vogliamo dare seguito ai tanti interrogativi e alle preoccupazioni espresse dai residenti, chiedendo in primo luogo la verifica della qualità dell'aria con una centralina dell'Arpa, lo stoccaggio del prodotto finito in un capannone chiuso e l'approvazione da parte della Regione Lazio del Regolamento sulle emissioni odorigene. Continua il nostro sostegno a una lunga battaglia che coinvolge i residenti di ben quattro borgate: Tre Cancelli, Verdiana, Corsira, Le Ferriere. Le esalazioni emesse dall'impianto sono talmente insopportabili da rendere invivibile quella che un tempo era considerata una pregiata zona residenziale e agricola. Chiediamo quindi che vengano adottate tutte le misure a disposizione, per tutelare la salute dei cittadini, che deve venire prima degli interessi economici».