14 giugno 2024
Aggiornato 11:30
odissea infinita

Trasporti pubblici, la Roma-Lido è l'incubo dei pendolari

Altra mattinata di passione per i romani che usano i mezzi pubblici per recarsi al lavoro. Ma Tronca e Zingaretti tacciono

ROMA - Un altro giorno da pendolare, tra ritardi disservizi e incidenti, sui trasporti pubblici della Capitale. E si susseguono le denuncie dei romani, frustrati e furibondi a causa di una mobilità da terzo mondo, ma continuano a essere ignorate. 

Palozzi: L'odissea perpetua dei romani
«Disagi sulla Metro B per un inconveniente tecnico, problemi sulla Roma-Lido per un guasto, e rallentamenti sulle ferrovie regionali alle porte di Roma. Ancora una mattinata di passione per i pendolari di Roma e del Lazio, protagonisti loro malgrado dell'ennesima odissea quotidiana e vittime di un sistema di trasporto pubblico, assolutamente fallimentare. Un ulteriore schiaffo all'immagine di una città proiettata al Giubileo e che tenta faticosamente di rialzarsi dagli sfasci amministrativi, lasciati in eredità dalla giunta di centrosinistra», così esordisce il consigliere regionale del Lazio per FI e vicepresidente della commissione Trasporti, Adriano Palozzi.

"E' assordante il silenzio di Zingaretti"
«Un contesto di mobilità allarmante, che grava sui viaggiatori che hanno 'la colpa' di prendere i mezzi pubblici per recarsi sui luoghi di lavoro o a scuola. Inefficienze che fanno impietosamente il paio con i disservizi del trasporto su gomma, gestito dalla Cotral Spa, la cui gestione scadente sta causando vivaci proteste su tutto il territorio regionale. Problemi e criticità che si consumano nel silenzio assordante del presidente Zingaretti", conclude. (Fonte Askanews)