23 ottobre 2019
Aggiornato 04:30
La seconda vita degli alberi

Torna la raccolta straordinaria di alberi di Natale a Roma

Promossa da Ama in collaborazione con Corpo forestale e Tgr Lazio: i cittadini possono consegnare i propri abeti tutti i giorni dalle 7 alle 12 e dalle 14 alle 19, nei festivi dalle 7 alle 13, presso i 14 centri di raccolta Ama dislocati in tutta la città

ROMA - A festività natalizie concluse torna anche quest'anno, per l'undicesima edizione consecutiva, la campagna di raccolta straordinaria gratuita di abeti di Natale, promossa da AMA in collaborazione con il Corpo forestale dello Stato e il TGR Lazio.

La seconda vita degli alberi di Natale
Il simbolo natalizio per eccellenza, dopo aver svolto il proprio compito, passa a rappresentare nella maggior parte dei casi un rifiuto di cui disfarsi, e l'iniziativa rappresenta un'occasione unica per restituirlo alla natura. Da oggi - informa una nota del Corpo forestale - i cittadini possono consegnare i propri abeti tutti i giorni dalle 7 alle 12 e dalle 14 alle 19, nei festivi dalle 7 alle 13, presso i 14 centri di raccolta Ama dislocati in tutta la città. Il Corpo forestale dello Stato, insieme ad Ama, provvederà a selezionare gli alberi in buone condizioni che potranno essere trasportati e ripiantati presso l'ex vivaio forestale degli altipiani di Arcinazzo Romano, area gestita dal Corpo forestale dello Stato.

Educazione ambientale
Gli abeti così recuperati saranno destinati dalla Forestale ad iniziative di educazione ambientale. Quelli che invece non sono in condizione di essere ripiantati saranno portati presso l'impianto di compostaggio di Maccarese (RM), per essere trasformati in compost, il fertilizzante naturale di alta qualità con cui è possibile concimare piante in vaso o da giardino.

Le informazioni utili
I cittadini possono ricevere informazioni utili attraverso il Numero Verde Ama, 800867035, on line sul sito www.amaroma.it o scaricando sul proprio smartphone/tablet la App "Amaroma". Gli abeti di Natale artificiali, a differenza di quelli naturali, sono realizzati con materiali non riciclabili. Questi alberi sintetici non devono essere gettati nei cassonetti stradali ma vanno conferiti, come tutti gli altri rifiuti ingombranti, presso i Centri di raccolta aziendali.

(con fonte Askanews)