20 gennaio 2020
Aggiornato 00:30
Ashraf Ghani contro il terrorismo dell'Isis

Presidente afgano a Roma: «Selvaggi» attaccano nel nome dell'islam

Il presidente dell'Afghanistan Ashraf Ghani afferma che le radici dell'Islam sono anche in Europa

ROMA - Il presidente afgano oggi a Roma ha puntato il dito contro «i selvaggi» che lanciano attacchi terroristici nel nome della religione e ha evidenziato come le radici dell'Islam vadano trovate anche in Europa.

La parola di Ghani
«Come leader musulmano eletto liberamente dico che noi, leader del mondo islamico, abbiamo la responsabilità di parlare per il vero islam», ha detto Ashraf Ghani dopo l'incontro con il presidente del Consiglio Matteo Renzi. «Questi selvaggi non hanno nulla a che vedere con la nostra sacra religione, con la nostra grande civilizzazione», ha affermato il capo dello Stato afgano.

L'Islam non conosce frontiere
«Dopo tutto voi ricordate, la prima mappa del mondo fu realizzata dal geografo Idrisi. Quella è la vera civilizzazione dell'islam, che non conosce frontiere», ha aggiunto Ghani, «l'Islam è stato creato in Spagna, in Italia e in tutto il mondo». Il riferimento del leader afgano è a Mohamed Al-Idrisi, geografo e viaggiatore arabo che visse alla corte normanna di Ruggero II nel XII secolo, autore di una raccolta di carte geografiche note come «Il libro di Ruggero».

(con fonte Askanews)