22 ottobre 2021
Aggiornato 08:00
Parla l'ex assessore ai trasporti

Campidoglio, Esposito: Il sindaco ha mentito a tutti sull'avviso di garanzia

Si dice sconcertato l'ex assessore ai trasporti Stefano Esposito di fronte alla notizia dell'avviso di garanzia nei confronti del sindaco Marino, sugli scontrini

ROMA - «Con l'avviso di garanzia nei confronti del sindaco Marino, sugli scontrini, non c'è più niente di cui parlare, il sindaco Marino ha mentito a tutti noi, ancora una volta, perché lui sapeva di questo avviso di garanzia da mercoledì e non lo ha detto. Io sono sconcertato per l'ennesima bugia, il che conferma che la valutazione politica che abbiamo fatto sulla sua incapacità di governare, di essere leale con chi gli è stato leale non era sbagliata». Così l'ex assessore ai Trasporti del Comune di Roma, Stefano Esposito, al Gr3 - Giornale RadioRai.

Oggi la vicenda si chiuderà
«È l'ennesimo colpo di teatro, uno psicodramma personale. Ha deciso di fare questo ennesimo colpo di teatro, solo l'ultimo di una serie. Ma così testimonia solo come non interpreti più il ruolo di sindaco ma porti tutta la vicenda su un piano personale», ha detto l'ex assessore ai Trasporti al Mattino sottolineando che «è finita, oggi la vicenda si chiuderà: i 25 consiglieri rassegneranno le dimissioni».

Il sindaco non è stato lasciato solo
«Marino non è stato lasciato solo. Anzi, con l'arrivo di Orfini quest'amministrazione è stata protetta e scudata e lui, grazie al Pd, ha avuto la possibilità di governare. Ma la causa di tutto questo è stato lui. Solo Ignazio Marino che dal Pd ha avuto tutto l'appoggio ma ha fatto di testa sua. Sbagliando tutto: una serie dierrori politicie di comunicazione,uno dietrol'altro. Non era più difendibile», ha aggiunto il senatore Pd.