7 dicembre 2019
Aggiornato 07:00
Il fatto domenica scorsa

Ostia, derubati mentre disputano la Coppa Italia di windsurf

Sul lungomare romano, mentre si disputa l'ultima gara della Coppa Italia di windsurf, ignoti saccheggiano furgoni e automobili

ROMA – Avevano accompagnato i loro figli a disputare l'ultima tappa della Coppa Italia di windsurf classe Techno 293 a Ostia e si sono ritrovati con le auto scassinate e saccheggiate. È successo domenica scorsa sul lungomare romano: mentre i ragazzi, dai 7 ai 17 anni, erano in acqua impegnati nelle prove sportive, qualcuno ha pensato bene di approfittare della situazione per svuotare furgoni e auto dei genitori intenti ad assistere i ragazzi in spiaggia.

La cospicua refurtiva
I furti sono avvenuti nei parcheggi antistanti la Lega Navale di Ostia, sede della gara, dove i ladri hanno scassinato e frantumato i vetri delle automobili per appropriarsi dei beni al loro interno. Le vetture erano in sosta sul Lungomare Caio Duilio e secondo le prime indagini sarebbero stati sottratti soprattutto materiale sportivo, zaini, teli da mare, occhiali da sole e autoradio. In alcuni casi nelle automobili mancavano addirittura gli indumenti dei ragazzi in mare.

La denuncia e lo sdegno dei genitori
Subito sono stati allertati gli agenti della Polizia Locale. Numerose le proteste e le lamentele da parte dei genitori, indirizzate soprattutto alla gestione pessima dei parcheggi sul lungomare romano, nonostante l'eccezionalità dell'evento avesse determinato una forte affluenza nella zona. Alcuni genitori già dalla mattina avevano denunciato al vigili la presenza di individui che impedivano l'accesso al parcheggio perché «non clienti dello stabilimento»