15 dicembre 2019
Aggiornato 00:00
Il presidente Zingaretti sulle decisioni del CdM

«I provvedimenti presi dal governo aiutano Roma»

Il governatore assicura che la Regione Lazio sta facendo la sua parte nella preparazione del Giubileo. Le decisioni dettate dal governo in merito all'affiancamento di prefetto e autorità anticorruzione non possono che essere ben accetti dalla regione: «E' una forma di coordinamento da parte del prefetto che sicuramente renderà più agili e veloci i lavori»

ROMA (askanews) - «Non c'è dubbio che i provvedimenti presi ieri dal governo aiutano. Aiutano la parte che riguarda la città e lo svolgimento dei cantieri, e anche la forma di coordinamento, che però non è una novità. Ne abbiamo discusso prima dell'estate, è una forma di coordinamento da parte del prefetto che sicuramente renderà più agili e veloci i lavori». Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine della visita ai cantieri del pronto soccorso dell'Ospedale San Giovanni a Roma in occasione del Giubileo in merito alle decisioni del Governo illustrate ieri al termine del Cdm.

La sanità si prepara al Giubileo
«Noi abbiamo un solo obiettivo: fare la nostra parte - ha sottolineato - sapendo che non la facciamo da soli, ma con un popolo della sanità regionale che si sta rimboccando le maniche e sta lavorando per essere pronta all'appuntamento. Io credo che, da ieri, questo sistema giubilare sia più competitivo. E noi non solo su questi aspetti, vedrete, siamo pronti su tutti i capitoli».

L'impegno della Regione per arrivare pronti
Zingaretti ha però sottolineato di aver fatto già ieri «una dichiarazione molto chiara. Penso che ognuno debba fare il suo mestiere e io non faccio il commentatore, ma il presidente della Regione Lazio - ha concluso qil governatore - e penso che compito delle istituzioni, proprio alla vigilia di un evento planetario, è fare di tutto affinché Roma e il Lazio arrivino pronti all'appuntamento».