19 gennaio 2020
Aggiornato 21:30
L'immigrazione senza limiti è caos

«Fatemi fare il ministro al posto di Alfano, fermo l'invasione di clandestini»

«Sarei pronto anche domani», aggiunge il leader del Carroccio che, intanto, si alimenta la polemica con Monsignor Galatino. Per Salvini «L'immigrazione senza limiti e senza regole, è solo caos»

ROMA (askanews) - «Fatemi fare il ministro al posto di Alfano per un mese, e vediamo se non riesco a bloccare questa invasione di clandestini. Io sarei pronto anche domani». Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini, su Facebook. Sempre sul social network, il leader del Carroccio continua la polemica contro Monsignor Galatino: «Chiedo a voi, amici cattolici: questo Galantino ha rotto le scatole?», scrive Salvini dopo il nuovo intervento sul tema degli immigrati del segretario generale della Cei monsignor Nunzio Galantino.

L'immigrazione senza limiti è caos
«Il signor Galantino, portavoce dei vescovi - scrive Salvini - pensa che l'Italia debba accogliere tutti gli immigrati, sempre e comunque. E i leghisti che non la pensano come lui, sono "fanfaroni da osteria». L'immigrazione senza limiti e senza regole, è solo caos. Per i 4 milioni di italiani disoccupati e i 9 milioni di poveri, niente alberghi? Ma l'Italia è ancora una Repubblica, o dipende dal Vaticano?».

Saltamartini: accuse di Galatino strumentali
 «La carità e la misericordia sono un dovere per un cristiano ma non possono trasformarsi in diritti per altri. Per questo, trovo strumentali le accuse mosse contro la Lega di Matteo Salvini, che ha il dovere di denunciare quello che sta accadendo sul fronte dell'immigrazione clandestina a causa di un Governo incapace di trovare soluzioni, se non quella di scaricare sui Sindaci i numeri di un esodo epocale». Lo ha detto Barbara Saltamartini, deputata della Lega Nord, durante il suo intervento a Sky Tg 24.