20 maggio 2019
Aggiornato 15:00
La Lega Nord in Toscana per Claudio Borghi

Salvini: Se vinciamo anche nelle regioni «rosse», Renzi deve andare a casa

«Secondo me possiamo avere delle grosse sorprese nelle regioni cosiddette rosse, se la gente partecipa, se la gente ci crede, se la gente vota: e se vinciamo in una di queste regioni rosse Renzi va a casa», ha dichiarato con entusiamo il leader del Carroccio.

ROMA (askanews) - «Secondo me possiamo avere delle grosse sorprese nelle regioni cosiddette rosse, se la gente partecipa, se la gente ci crede, se la gente vota: e se vinciamo in una di queste regioni rosse Renzi va a casa». Lo ha detto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, intervistato da Rtl, spiegando che alle elezioni regionali «come minimo per la Lega mi aspetto, guardando in casa mia, il raddoppio dei voti rispetto l'anno scorso a perché l'aria che trovo in giro è incredibile».

Renzi e Alfano hanno scelto la data delle regionali in malafede
«Ieri sera ero ad Aosta in un salone esaurito, ma anche in Toscana, Umbria, nelle Marche, in terre rosse da sempre, ci sono centinaia di persone in piazza - ha aggiunto -. Mi aspetto di riconfermare Luca Zaia in Veneto come tutto fa supporre, come tutti i sondaggi dicono, perché ha lavorato bene, è stato onesto e concreto, ma non mi accontento. Mi aspetto delle sorprese anche in Umbria, in Liguria, in Toscana e nelle Marche, perché c'è una voglia di cambiare aria dopo 40 anni della stessa gestione politica. La sanità ligure era un'eccellenza, l'anno scorso 40 mila liguri sono dovuti andare in altre regioni per farsi curare, in Toscana ci sono buchi di miliardi di euro delle banche, delle Asl, c'è un sistema di trasporti che è fermo a decenni fa». La data scelta per le amministrative da Renzi e Alfano «domenica 31 maggio è scelta in malafede perché è l'unico ponte che ci sarà questa estate e hanno scelto di mandare al voto gli elettori proprio il 31 maggio contando sul fatto che magari la gente se ne freghi disgustata dalle polemiche, dalla corruzione, dall'Italicum, dai black bloc e vada a mare - ha concluso -. Io scommetto invece su una grande partecipazione popolare, e se ci sarà, e ci saranno anche sorprese a Genova, Firenze, piuttosto che a Terni o a Perugia, Renzi e Alfano fanno le valigie. Anche al sud mi aspetto buoni risultati, domenica prossima sarò in Puglia dove c'è un'attesa incredibile, ci presentiamo in una quindicina di comuni in Sicilia con candidati sindaci di Noi con Salvini».