2 marzo 2024
Aggiornato 09:00
Primarie centrosinitra

Plebiscito annunciato per Alessandra Moretti

La recordwoman delle preferenze, 230mila alle scorse Europee, sarà la sfidante alle regionali di primavera dell'attuale presidente del Veneto, il leghista Luca Zaia. Moretti è la prima donna nella storia del Veneto a correre per la presidenza della Regione.

VENEZIA - Plebiscito annunciato per Alessandra Moretti che in Veneto vince le primarie del centrosinistra con il 67,41% (25.920 voti) dei consensi. La recordwoman delle preferenze, 230mila alle scorse Europee, sarà la sfidante alle regionali di primavera dell'attuale presidente del Veneto, il leghista Luca Zaia. Moretti è la prima donna nella storia del Veneto a correre per la presidenza della Regione. L'europarlamentare vicentina ha distaccato di diverse lunghezze i suoi due concorrenti.

UN GRANDE ESERCIZIO DI PARTECIPAZIONE - La Senatrice Simonetta Rubinato, anche lei del Pd, si è fermata al 29,33%, mentre Antonio Pipitone (consigliere regionale Idv) non ha superato il 4,27%. Al voto negli oltre 600 seggi allestiti nel territorio regionale sono state circa 40 mila persone. Soddisfazione dai vertici del Pd del Veneto: «Un grande esercizio di partecipazione», ha sottolineato il segretario regionale del Pd, Roger De Menech. «Nonostante i tantissimi gufi - ha aggiunto - il Pd si conferma il partito della partecipazione. Abbiamo doppiato il numero rispetto ai tesserati, cosa che in Emilia non era successa. Il Pd non accetta lezioni di partecipazione da nessuno e sfido qualsiasi partito o movimento a mobilitare tante energie positive come facciamo noi».