21 aprile 2024
Aggiornato 19:00
La polemica

Annunziata, Alfano e gli «impresentabili»

Scontro tra Lucia Annunziata e Angelino Alfano, durante la puntata di oggi di In 1/2 ora. La conduttrice della trasmissione e direttrice dell'Huffington Post a un certo punto ha interrotto il segretario del Pdl che chiedeva perché mai il centrodestra non possa avere il Quirinale replicando «forse perché voi siete impresentabili?»

ROMA - Scontro tra Lucia Annunziata e Angelino Alfano, durante la puntata di oggi di In 1/2 ora. La conduttrice della trasmissione e direttrice dell'Huffington Post a un certo punto ha interrotto il segretario del Pdl che chiedeva perché mai il centrodestra non possa avere il Quirinale replicando «forse perché voi siete impresentabili?». Immediata la reazione di Alfano: «Come si permette di definire noi impresentabili? Da quale titolarità di cattedra etica dà degli impresentabili a chi prende i voti di milioni di italiani?».

La Annunziata ha spiegato il senso della sua frase: «Siete andati a manifestare davanti al palazzo di giustizia di Milano?», ma Alfano ha ripreso la parola: «Milano? Dal giorno dopo le elezioni Bersani dice questa cosa qui? Anche voi di sinistra state diventando di quelli che non consentono l'applicazione dell'articolo 21 e 49 della Costituzione? Lasciateci manifestare. Abbiamo fatto un'azione pubblica intonando l'inno d'Italia. Quelli che lavorano là dentro pronunciano sentenze in nome del popolo italiano». Di nuovo, la giornalista ha controbattuto: «Ma se venisse un giudice a manifestare davanti alla sua porta lei chiamerebbe i carabinieri?».

Alla fine, la Annunziata ha provato a siglare una pace, pur ribadendo la sostanza del giudizio: «Mi scuso per il mio giudizio molto franco, ma confermo la mia opinione in merito». Parole che non sono bastate ad Alfano: «Io confermo che avete disprezzo per il popolo italiano, insultando chi li rappresenta avete insultato milioni di italiani».