5 dicembre 2019
Aggiornato 22:30

Il Ministro Terzi riceve John Kerry

La crisi siriana, la sicurezza internazionale, l'accordo sul libero scambio tra Unione europea e Stati Uniti: sono questi i temi di cui discuteranno questa sera il ministro degli Esteri, Giulio Terzi e il segretario di Stato Usa John Kerry, giunto oggi in visita ufficiale in Italia

ROMA - La crisi siriana, la sicurezza internazionale, l'accordo sul libero scambio tra Unione europea e Stati Uniti: sono questi i temi di cui discuteranno questa sera il ministro degli Esteri, Giulio Terzi e il segretario di Stato Usa John Kerry, giunto oggi in visita ufficiale in Italia. Un incontro bilaterale è stato organizzato a Villa Madama, a Roma, prima della cena ospitata dal titolare della Farnesina e che vede la partecipazione anche degli inviati di 34 Paesi 'transatlantici', tra cui 23 ministri degli Esteri. Nessuna dichiarazione è stata rilasciata dal capo della diplomazia di Washington al suo arrivo: «Parlerò domani mattina», ha detto Kerry in italiano ai giornalisti che gli chiedevano una dichiarazione.

Terzi e Kerry affronteranno la questione della collaborazione tra Italia e Stati Uniti su tutti i principali dossier che rivestono un'importanza strategica per la stabilità e la sicurezza internazionale, obiettivo di comune priorità per entrambi i Paesi. I due ministri, dunque, si soffermeranno sulla transizione in Afghanistan, la Libia post rivoluzione, la difficile situazione in Somalia e nei Balcani. Particolare attenzione, secondo quanto si è appreso, sarà dedicata anche alla Siria. La crisi siriana, comunque, sarà ampiamente dibattuta domani durante la riunione ministeriale ristretta a cui parteciperanno anche i rappresentanti dell'opposizione al regime di Damasco. In questa circostanza, sarà ribadita la necessità di rafforzare il sostegno alla Coalizione nazionale siriana, considerata l'unico legittimo rappresentante del popolo siriano. A questo proposito, Terzi ha detto oggi di attendersi dall'incontro di domani dei «progressi» ma non una soluzione definitiva alla difficile crisi in corso nel paese.

Tra i temi dell'incontro di questa sera tra Terzi e Kerry c'è anche il sostengo italiano alla proposta di accordo di libero scambio tra Unione europea e Stati Uniti, che rappresenta una sfida considerata necessaria di fronte all'attuale crisi economica.

Alla cena di questa sera, partecipano tra gli altri l'alto rappresentante Ue per la Politica estera, Chaterine Haston, il segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen, il ministro degli Esteri turco Ahmet Davutoglu. Alla cena di lavoro si discuterà dell'attuale situazione e delle prospettive post-2014 in Afghanistan, della crisi siriana e del processo di pace in Medio Oriente, dell'impegno contro il terrorismo e la proliferazione nucleare inclusi l'Iran e la regione del Sahel.