25 aprile 2024
Aggiornato 09:00
Elezioni 2013

Cappelletti (M5S): «Soddisfatto a prescindere da risultato»

Capolista al Senato in Veneto per il M5s, commentando l'exploit del suo movimento. Cappelletti, 45 anni, nato a Padova ma vicentino d'adozione, impiegato in una società di servizi per le imprese nella certificazione ecocompatibile, un'esperienza nella Lega nel '92, spiega: «Me ne andai dopo l'abbraccio mortale di Forza Italia nel '96»

VICENZA - «Non posso che essere soddisfatto: a prescindere dal risultato elettorale, siamo riusciti a far inserire nell'agenda politica di altre forze politiche quello che volevamo, come le primarie - parlamentarie, il limite dei due mandati, la fedina penale pulita dei candidati». A dirlo Enrico Cappelletti, capolista al Senato in Veneto per il M5s, commentando l'exploit del suo movimento. Cappelletti, 45 anni, nato a Padova ma vicentino d'adozione, impiegato in una società di servizi per le imprese nella certificazione ecocompatibile, un'esperienza nella Lega nel '92, spiega: «Me ne andai dopo l'abbraccio mortale di Forza Italia nel '96».

Cappelletti, senatore quasi certo, ha aggiunto: «Dietro qualsiasi risultato positivo c'è la grande forza del movimento, che non ha chiesto il voto, ma la partecipazione dei cittadini alla politica, ed io confido che i nostri elettori siano disposti ad una maggior partecipazione politica attiva, di cui noi ci faremo portavoce in Parlamento, per questo diciamo che nulla sarà più come prima - ha sottolineato - noi eletti non ci chiameremo onorevoli e saremo pro-tempore, visto il limite dei due mandati».
E, sulla loro prossima azione in Parlamento, l'ormai prossimo senatore del M5s ha assicurato: «L'esempio della Sicilia è illuminante. Noi non siamo nell'alleanza di governo della Regione, ma i miei colleghi regionali siciliani sostengono i provvedimenti che condividono, senza alcun pregiudizio. Non siamo prevenuti, ma ci confrontiamo sulle cose, senza ideologie».