23 agosto 2019
Aggiornato 10:30
Osservatorio nazionale Federconsumatori

Solo il 34% degli italiani andrà in vacanza

Il resto degli italiani, costretto soprattutto per ragioni di budget a rimanere in città, non rinuncerà però a trascorrere qualche giornata fuori dal comune, per divertirsi e per sfuggire alla calura estiva

ROMA - «Solo il 34% degli italiani partirà per le vacanze estive (di almeno una settimana). Appena un cittadino su tre: il resto degli italiani, costretto soprattutto per ragioni di budget a rimanere in città, non rinuncerà però a trascorrere qualche giornata fuori dal comune, per divertirsi e per sfuggire alla calura estiva». Lo dice Federconsumatori sulla base di un'analisi del suo Osservatorio nazionale.

SEMPRE PIÙ COSTOSE LE ATTIVITÀ PER CHI NON PARTE - «Le attività più gettonate per chi non può raggiungere una spiaggia nelle vicinanze sono la giornata in piscina, un trattamento in una spa, un giro in bicicletta o a cavallo, una giornata in un parco divertimento. L'Osservatorio - continua Federconsumatori - ha monitorato i costi di queste attività e ha rilevato un incremento notevole negli ultimi 5 anni: dal 2007 ad oggi, ad esempio, l'ingresso al museo è aumentato mediamente del 56%. Alla luce di tali costi, una giornata tipo per una famiglia di 4 persone (2 adulti e 2 ragazzi) in un parco divertimento (portandosi ovviamente il pranzo da casa) può costare 90 euro, il 25% in più rispetto al 2007. Anche trascorrere una semplice giornata in un parco cittadino, con l'affitto di biciclette e consumazione al bar, ha i suoi costi: mediamente 86 euro per una famiglia tipo, ovvero il 16% in più rispetto a 5 anni fa».