16 ottobre 2019
Aggiornato 14:00
Gli attentati in Nigeria

Terrorismo contro i Cristiani: è ora alzare la voce

Il Ministro degli Esteri: «Italia impegnata in tutti i contesti a tutela delle minoranze»

ROMA - «La violenza e il terrorismo contro le minoranze religiose e le minoranze etniche» devono «essere un motivo e un impulso per ogni governo e ogni coscienza delle nostre società civili ad alzare la voce».Ha commentato così, il ministro degli Esteri, gli ultimi attacchi contri i cristiani in Nigeria e in Kenya. Da Terzi è arrivato un nuovo appello per «lavorare intensamente per un ruolo di educazione, di sensibilizzazione di quei mondi dove questo avviene e di cooperazione più efficace nel prevenire e nel lottare contro questo terrorismo».

Strategia terroristica - Chi colpisce le minoranze cristiane, ha proseguito il titolare della Farnesina adotta una «strategia terroristica» che punta a «intimorire, allontanare e fare paura ad alcune comunità». L'Italia, ha ribadito, è impegnata «in tutti i principali fori della comunità internazionale a cominciare da Bruxelles dove c'è un piano di lavoro basato su una task force e sull'inserimento della questione delle minoranze religiose e cristiane nella strategia dei diritti dell'uomo che il Consiglio affari esteri ha varato nella sua ultima sessione».
Terzi ha citato infine il sostegno italiano al governo di transizione somalo e «l'incoraggiamento che abbiamo dato ai partecipanti alla riunione di Roma del Gruppo di Contatto di fare attenzione che il principio della libertà religiosa venga inserito nella nuova costituzione somala così come nelle altre costituzioni in via di formazione».

In attacchi contro villaggi cristiani ci sono state 90 vittime - Gli attacchi contro i villaggi cristiani in Nigeria, che hanno provocato almeno 90 vittime, non hanno lasciato indifferente il ministro degli Esteri Giulio Terzi, che su Twitter ha annunciato che l'Italia porta avanti la sua azione in seno all'Unione Europea «sulla libertà di religione».
«Dalla Nigeria», ha scritto il titolare della Farnesina sul suo profilo, giungono «ancora notizie di stragi contro i cristiani. Mai tacere quando la barbarie si ripete».
«L'Italia», ha concluso Terzi, «continua l'azione nell'Unione Europea sulla libertà di religione».