17 giugno 2019
Aggiornato 14:30
Continua l'«attacco» al Vaticano

«Il Fatto Quotidiano»: Nei prossimi giorni altro documento sullo Ior

Lillo: E' un falso che la normativa vaticana consenta le indagini. Ma la Santa Sede smentisce: Nei prossimi giorni pubblicheremo un documento che dimostra l'esatto contrario

ROMA - Il Fatto quotidiano ancora all'attacco del Vaticano. Dopo aver pubblicato una lettera riservata dell'ex segretario generale del Governatorato, mons. Carlo Maria Viganò, un documento sullo Ior, e, ieri, un memorandum su un presunto attentato di morte ai danni del Papa, il quotidiano diretto da Antonio Padellaro (che oggi apre con il titolo Il Vaticano ammette: il documento esiste), preannuncia la pubblicazione di un nuovo documento sulle questioni di anti-riciclaggio.

Lillo: Falso che la normativa vaticana consenta le indagini - «Quando il Fatto ha pubblicato per la prima volta il 31 gennaio (Lo Ior si fa beffa dell'Italia) il memo (poi rimostrato in tv da La7 il 9 febbraio come se fosse uno scoop e a quel punto commentato dalla Santa Sede) sui rapporti tra l'antiriciclaggio italiano (Uif) e quello vaticano (Aif) - scrive Marco Lillo - il Vaticano ha diffuso una nota della sala stampa nella quale si affermava: L'insinuazione che le normative vaticane non consentirebbero le indagini o i procedimenti penali relativi a periodi precedenti all'entrata in vigore della legge CXXVII (primo aprile 2011), non corrisponder a verità. Nei prossimi giorni pubblicheremo un documento che dimostra l'esatto contrario».