27 maggio 2020
Aggiornato 16:00
I consigli di Adiconsum per ottenere i risarcimenti

Maltempo, il disastro annunciato dall’inerzia della politica

Pietro Giordano, Adiconsum: «Lo Stato intervenga per sveltire le procedure risarcitorie e presso le banche per dare anticipazioni a tasso agevolato»

ROMA - Al danno incalcolabile per le vittime che registriamo da nord a sud del Paese – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum - si aggiunge e resta il disastro che questi fenomeni hanno causato a migliaia di famiglie colpite in tutti i loro averi: case, veicoli, beni personali, con la certezza che i risarcimenti saranno lenti e non a copertura dell’intero danno ricevuto.
Una crisi che si aggiunge alla crisi – prosegue Giordano - in territori martoriati dall’inattenzione per l’ambiente e dalla cecità della politica per non aver varato per tempo una legge a copertura dei danni catastrofali.

Per i cittadini della Liguria, della Toscana, del Lazio, della Campania colpiti dalle alluvioni si presenta ora la lunga e defaticante attesa dell’intervento della Protezione civile che sarà chiamata a stimare famiglia per famiglia, azienda per azienda il danno ricevuto, per poi attenderne la liquidazione da parte dello Stato.
Adiconsum chiederà un incontro con la Protezione civile al fine di effettuare una massiccia campagna di informazione sulle procedure risarcitorie.
È necessario che lo Stato – conclude Giordano - pur adoperandosi per sveltire al massimo le procedure risarcitorie, intervenga presso le banche affinché siano concesse delle anticipazioni a tasso agevolato al fine di rimettere in attività le aziende e per gli interventi necessari a rimettere le abitazioni in condizioni di sicurezza ed abitabilità.

I consigli di Adiconsum per ottenere i risarcimenti
Per ottenere un rimborso seppur parziale dallo Stato, è necessario:
• conservare prova di quanto occorso ai propri beni, a partire dai veicoli danneggiati e distrutti, oltre alle fotografie che ne attestino le condizioni
• richiedere il verbale di intervento dei Vigili del Fuoco (può servire ad accelerare la procedura)
• documentare ogni intervento fatto a beni immobili con preventivi e fatture di spesa
• inviare domanda di risarcimento alla Protezione Civile, ricordando che i risarcimenti verranno erogati solo se è stato dichiarato lo stato di calamità naturale
• verificare se nella polizza della propria abitazione è incluso il danno catastrofale. In tal caso andrà fatta la denuncia anche alla propria compagnia assicurativa.

Ricordiamo che le sedi Adiconsum sul territorio sono preparate a dare assistenza a chiunque colpito da questi fenomeni (www.adiconsum.it)

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal