18 novembre 2019
Aggiornato 04:30
Parlamento

Albertoni eletto al CSM, manca il quorum per Mattarella

Per il Giudice costituzionale si rivota domattina dalle 9

ROMA - Fumata grigia nella seduta comune di Camera e Senato per l'elezione di un componente del Csm e di un giudice della Corte costituzionale. E' passato il leghista Ettore Albertoni, al quale sarebbero bastati 571 voti, i 3/5 dei componenti, e ne ha avuti 609 su 781 votanti. Riempirà al Csm la casella del membro 'laico' lasciata libera dal suo collega di partito Matteo Brigandì, dichiarato decaduto per incompatibilità dal Consiglio. Non ce l'ha fatta Sergio Mattarella, candidato del Pd per lo scranno di giudice costituzionale: per la sua elezione servivano 634 voti, i 2/3 degli aventi diritto. Ha ottenuto solo 601 voti.
Per il giudice costituzionale, ha precisato il presidente della Camera Gianfranco Fini dopo la proclamazione dei risultati, si dovrà rivotare domattina. La chiama inizierà alle 9 dai senatori.