16 novembre 2019
Aggiornato 03:00
Consiglio permanente CEI

Biotestamento: breve accenno di Bagnasco, sollecito con rispetto

Il Presidente della CEI: «Necessario per salvaguardare il diritto di tutti alla vita»

ROMA - Breve accenno del card. Angelo Bagnasco al testamento biologico. Prima di concludere la prolusione pronunciata oggi al Consiglio permanente della Cei, l'arcivescovo di Genova si è limitato ad esprimere «l'auspicio che la legge sulle dichiarazioni anticipate di trattamento possa giungere quanto prima in porto: dopo l'approvazione della Camera dei Deputati, essa attende il secondo passaggio al Senato. La sollecitiamo con rispetto - ha detto Bagnasco - nella persuasione che si tratta di un provvedimento oggi necessario per salvaguardare il diritto di tutti alla vita».