31 marzo 2020
Aggiornato 04:30
Casmo Milanese

Tremonti ai Pm di Roma: Spiato? Forzatura giornalistica

Il ministro ascoltato il 29 luglio dal Procuratore capo

ROMA - «E' una forzatura giornalistica». Ha detto così il ministro dell'economia Giulio Tremonti al procuratore capo di Roma nel corso dell'audizione resa la sera del 29 luglio scorso, nell'ambito dell'inchiesta su una presunta attività di spionaggio nei suoi confronti. Gli accertamenti erano stati avviati dopo una intervista rilasciata a Repubblica dallo stesso Tremonti e nella quale era virgolettata l'espressione secondo cui, quando era ospite a Roma nelle caserme della Guardia di finanza, lui si sentiva «spiato, controllato e a volte pedinato». «Quella è una forzatura», ha chiarito Tremonti. Dell'incontro tra il capo dei pubblici ministeri romani e il ministro si è avuta conferma solo oggi.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal