20 novembre 2019
Aggiornato 17:30
Caso Milanese

Capaldo lascia il coordinamento delle inchieste su Enav

Il capo dei pm Ferrara: «Mi rammarico, ma condivido la decisione»

ROMA - Il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo ha lasciato il coordinamento delle inchieste «aventi ad oggetto la società Enav». A renderlo noto è il procuratore capo di Roma, Giovanni Ferrara, con una nota che è stata diffusa stamane ma protocollata ieri in serata. Capaldo, in pratica, «ha rimesso la delega» che aveva nei procedimenti.

Ferrara spiega di apprezzare «il senso istituzionale di tale scelta intesa ad allontanare dalla Procura di Roma strumentalizzazioni inopportune». Il riferimento è certamente alle polemiche seguite la rivelazione di un pranzo tra Capaldo e il ministro dell'economia, Giulio Tremonti, ed a cui partecipò anche il deputato Pdl, Marco Milanese.
Per la decisione dell'aggiunto, Ferrara sottolinea: «Mi rammarico per tale decisione che non posso non condividere».