5 aprile 2020
Aggiornato 03:00
Caso Milanese

Fini: Tremonti ha il dovere di chiarire, un Ministro non parla così

Il Presidente della Camera: «Scelta su dimissioni dal Governo appartiene solo a sua coscienza»

ROMA - «Non ha precedenti che un ministro dell'Economia parli così». Il Presidente della Camera Gianfranco Fini ha chiesto senza mezzi termini ulteriori spiegazioni al ministro Giulio Tremonti sia sulla spiegazione data per l'utilizzo della casa di Campo Marzio, sia sui rapporti con il deputato Marco Milanese per il quale i pm napoletani chiedono l'arresto.

«Sono vicende, e penso anche ai rapporti con Marco Milanese - ha detto Fini intervistato dal Messaggero- che certamente vanno ancora chiariti. Perchè se Tremonti dice che si sentiva controllato o addirittura spiato, ha il dovere di dire da parte di chi». Quanto alla opportunità che Tremonti lasci la guida dell'economia italiana e si dimetta dal Governo,«è un problema - ha detto il Presidente della Camera- che attiene esclusivamente alla sua coscienza».
In ogni caso, ha anticipato Fini, i deputati del suo partito Futuro e Libertà sono orientati a votare a favore dell'arresto di Marco Milanese quando a settembre la Camera risponderà alla richiesta dei magistrati di mandare in carcere l'ex consigliere politico di Tremonti. «Ritengo largamente probabile - ha detto Fini- che Fli si comporterà come per Alfonso Papa».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal