29 marzo 2020
Aggiornato 14:00
Immigrati

Napolitano: Lavorare a politiche di integrazione in UE

A Budapest confronto con Presidenti della Germania, Portogallo e Polonia

BUDAPEST - Nell'Unione europea è opportuno lavorare alle politiche di integrazione degli immigrati, secondo il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Il presidente della Repubblica si trova a Budapest per prendere parte al vertice informale di nove capi di Stato dell'Unione europea dove si è discusso, tra l'altro, di multiculturalismo e identità europea. Dopo aver sottolineato la carenza di «coesione» finora registrata dell'Unione europea in materia di immigrazione, Napolitano ha messo in evidenza che ora «si tratta di vedere come realizzare le politiche di integrazione».
«Oggi - ha proseguito il presidente della Repubblica in merito alla discussione di questo pomeriggio su identità europea e multiculturalismo - il presidente portoghese (che ha tenuto l'intervento introduttivo sul tema, ndr) ha presentato l'esperienza del suo Paese e sia il presidente tedesco che il presidente polacco si sono espressi in modo molto eloquente a favore del massimo sforzo di integrazione e del rispetto dei diritti delle minoranze e di tutti i cittadini».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal