15 novembre 2019
Aggiornato 13:00
Rifiuti

Bertolaso:ecco le mie condizioni per tornare a Napoli

Lettera Capo Prot. civile al premier; 60 gli indagati per scontri

ROMA, 7 ott  - Una lettera riservata firmata dal sottosegretario Guido Bertolaso e indirizzata al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, permette di ricostruire i retroscena politico-istituzionali dietro l'emergenza dei rifiuti esplosa a fine settembre nella provincia di Napoli. Il settimanale Panorama, nel numero in edicola domani, riporta in esclusiva il contenuto del documento nel quale l'ex commissario governativo indica inadempienze e responsabilità a ogni livello gestionale e amministrativo e, come condizione preliminare al suo ritorno in città, nella visita annunciata dal premier, chiede il pieno rispetto della legge sui rifiuti.

Tra i passaggi salienti indicati da Bertolaso, la soluzione dei problemi che frenano l'apertura delle discariche di cava Vitiello a Terzigno e Macchia Soprana a Serre, e il commissariamento delle amministrazioni che eludono gli obblighi di legge sui rifiuti. Nel servizio in edicola, Panorama rivela anche che 60 nomi sono al centro delle inchieste giudiziarie avviate dopo gli scontri armati che hanno infiammato la protesta contro l'allargamento della discarica di Terzigno e i raid messi a segno a Napoli per bloccare la raccolta della spazzatura.