22 settembre 2019
Aggiornato 02:30
'Ndrangheta

La Russa: A Reggio Calabria tra 80 e 140 soldati

A presidiare palazzo di giustizia e procura

ROMA, 7 ott  - Saranno tra un minimo di 80 a un massimo di 140 i militari che saranno inviati a Reggio Calabria a presidiare in particolare il palazzo di giustizia e la procura. Lo ha affermato il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, all'uscita dell'ospedale militare del Celio dove ha fatto visita a tre soldati italiani feriti in Afghanistan.

"Abbiamo stimato che siano necessari da un minimo di 80 a un massimo di 140 persone - ha spiegato La Russa - e in attesa che il governo decida eventualmente di aggiungere ai 4.250 uomini che partecipano all'operazione Strade Sicure, abbiamo deciso di estrapolare 80 militari non dalle pattuglie a piedi miste ma dai Centri di identificazione ed espulsione per immigrati e da alcuni siti sensibili come le ambasciate". Ieri il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica di Reggio Calabria ha deciso di richiedere in forma urgente l'invio dell'esercito nella capoluogo calabrese minacciato dalla 'ndrangheta. "Le forze armate si sono dichiarate immediatamente disponibili per dare manforte a polizia e carabinieri che svolgono benissimo il loro lavoro", ha sottolineato il ministro La Russa.