28 gennaio 2020
Aggiornato 11:00
Centrodestra

Frattini: Fli ci sarà ma non sarà necessaria

Il Ministro degli Esteri: «Avremno i voti di sempre insieme ad altri ritrovati e nuovi»

ROMA - «Abbiamo fatto i conti: avremo la fiducia anche senza i finiani». Il ministro Franco Frattini, nel corso del filo diretto a Repubblica tv dopo il vertice del Pdl, confida che anche i deputati finiani di Futuro e Libertà «domani confermeranno» nel voto alla Camera di far parte della maggioranza di Governo, seppure non saranno più determinanti per la sopravvivenza dell'esecutivo.

IL FUTURO - «Domani - dice il ministro Pdl- avremo alcuni voti che già c'erano altri che tornano a casa, altri che si aggiungono. Noi non abbiamo né proposto né offerto né accettato spostamenti in cambio di qualcosa: non possiamo né vogliamo offrire niente».
Quanto al futuro della maggioranza, Frattini non nasconde la speranza che, almeno politicamente, i rapporti fra Berlusconi e Fini possano migliorare. «Da Fini - afferma - vedo un rancore personale evidente» mentre «Berlusconi per carattere nutre più amarezza che rancore». Ma «se sul piano politico i due si parlano» e si realizza «un patto di legislatura, io credo che reggerà - auspica Frattini - e ritengo sia questo un interesse del Paese».