20 agosto 2019
Aggiornato 14:33
Maggioranza

Della Vedova: siamo fedeli al Governo

«Anche senza il voto di fiducia, ma logica vorrebbe che Berlusconi in Parlamento la chiedesse»

ROMA - Mercoledì prossimo Futuro e Libertà voterà a favore del governo anche se Silvio Berlusconi dovesse decidere di non porre la questione di fiducia dopo il suo intervento in Aula alla Camera. Lo spiega il vicepresidente vicario dei deputati finiani, Benedetto Della Vedova, interpellato al telefono.
«Abbiamo sempre detto - ricorda - che avremmo votato e sostenuto l'attuazione del programma di governo. Penso che il voto debba essere un voto di fiducia viste le premesse. Sarebbe incomprensibile se il governo non chiedesse la fiducia, sarebbe una scelta difficile da spiegare anche perché non credo che l'obiettivo sia di non metterla per raccogliere qualche voto posticcio in più».
Tuttavia anche se Della Vedova è convinto che «la cosa logica e istituzionalmente corretta sarebbe mettere la questione di fiducia che darebbe più forza al governo, ma se si farà una scelta diversa ce ne faremo una ragione. Noi appoggiamo l'azione del governo quindi voteremo a favore anche se si trattasse di un voto diverso».