24 febbraio 2020
Aggiornato 15:30
Problemi tecnici

Berlusconi, atterraggio di emergenza a Milano

Il Premier costretto a fermarsi un'ora. Arriverà a Bruxelles alle 12

MILANO - Atterraggio di emergenza per il volo su cui viaggiava il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi che questa mattina, diretto a Bruxelles, è stato costretto a sostare per quasi un'ora a Milano Linate per un problema tecnico al velivolo, l'Airbus Hercules della presidenza del Consiglio messo a disposizione dall'aeronautica militare.
Dopo quasi un'ora di attesa all'aeroporto milanese, il premier è ripartito alla volta di Bruxelles con un volo sostitutivo arrivato da Roma. «C'è stato un problema al cristallo di un finestrino del parabrezza segnalato dall'impianto d'allarme dell'aereo - riferiscono fonti della sicurezza di Milano Linate - e il comandante, per precauzione, ha preso la decisione di atterrare. L'atterraggio è avvenuto senza problemi, così come non ci sono stati problemi né particolare preoccupazione tra le persone di bordo».

BONAIUTI - Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti, ai microfoni di Sky Tg24 ha ricostruito l'episodio. «Quando eravamo in volo intorno a Zurigo, c'è stato un problema a uno dei finestrini anteriori e l'equipaggio, con tutta serenità e tranquillità ha deciso di atterrare a Milano. Non c'è stato alcun motivo di panico o paura». Intorno alle 11 l'aereo sostitutivo è ripartito da Linate e l'arrivo a Bruxelles è previsto intorno a mezzogiorno.