29 febbraio 2024
Aggiornato 09:00
Anniversario della strage di via d'Amelio

Pisanu: troppe parole non hanno aiutato a chiarire

Il Presidente della commissione nazionale antimafia: «Fare luce per evitare di rivivere vicende tragiche»

PALERMO - «Ci sono aspetti di questa vicenda che vanno chiariti». Così il presidente della commissione nazionale Antimafia, Beppe Pisanu, intervenendo a Palermo, alla caserma Lungaro, alla commemorazione per il 18.mo anniversario della strage di via D'Amelio, in cui morirono il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti di scorta. «Ho fiducia nell'impegno politico della mia commissione - ha proseguito Pisanu -. Un paese che non riesce a far luce sulle vicende tragiche del passato è costretto prima o poi a riviverle. Bisogna rendere giustizia agli eroi».

Relativamente alla prosecuzione delle indagini sulle stragi del '92, Pisanu ha detto: «Stiamo facendo quel che è nelle nostre possibilità senza interferire nel lavoro dei magistrati. Ci sono stati troppi silenzi - ha concluso il presidente della Commissione antimafia - e in altri casi parole pronunciate più per confondere che per chiarire».