10 aprile 2020
Aggiornato 19:30
Politica

Berlusconi: il Premier è senza poteri

«Necessario riformare la Costituzione»

ROMA - Bisogna riformare «le istituzioni del Paese e la Costituzione per renderla adatta alle esigenze di un Paese moderno, che vive in una globalizzazione totale e deve avere gli strumenti per intervenire con tempestività ed efficacia». Lo ha ribadito il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, nel suo intervento all'assemblea di Confcommercio.
«L'architettura istituzionale scritta dai nostri padri - ha spiegato Berlusconi - risentiva del timore che ritornasse la dittatura. E quindi hanno spartito i poteri tra i diversi organi: Parlamento, capo dello Stato, Corte Costituzionale, e tolto ogni potere al Consiglio dei ministri e al presidente del Cdm». Dunque, «bisogna riformare la Costituzione».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal