19 giugno 2021
Aggiornato 05:00
Elezioni regionali

Vacilla l'accordo Pdl-Udc in Campania, ultimatum di Cesa

Il partito di Casini vuole Zinzi alla provincia di Caserta

NAPOLI - Vacilla l'alleanza tra Udc e Pdl in Campania in vista delle elezioni regionali: a ritardare la chiusura dell'accordo con il candidato del centrodestra Stefano Caldoro è l'intesa, che doveva essere contestuale, per la presidenza della Provincia di Caserta.

Il partito di Pier Ferdinando Casini infatti aveva ottenuto dal Pdl la garanzia che il candidato del centrodestra alla presidenza della provincia di Caserta sarebbe stato proprio un uomo dell'Udc, il deputato casertano Domenico Zinzi. A sentire il segretario dell'Udc, Lorenzo Cesa, tuttavia, i vertici del Pdl campano sembrano avere cambiato idea: «Per noi - avverte Cesa - non esiste la possibilità di un'intesa separata tra la Regione e la provincia di Caserta: o si trova un'intesa chiara su tutto il tavolo o con molta serenità sarà meglio prenderne atto al più presto».

«In Campania - ricorda il segretario - l'Unione di Centro ha lavorato per voltare pagina rispetto agli ultimi anni di amministrazione regionale di Bassolino. Ormai è il momento di sciogliere i nodi e noi lo faremo nelle prossime ore. E' fin troppo chiaro che l'Udc è determinante, non solo in termini numerici ma anche e soprattutto politici».