17 ottobre 2019
Aggiornato 13:01

Reggiani, Corte d'Appello: Ergastolo per il romeno Mailat

Sentenza aggravata, Alemanno e Zingaretti soddisfatti

ROMA - La Corte d'Assise d'Appello di Roma ha condannato il romeno Romulus Mailat all'ergastolo per la violenza e l'omicidio di Giovanna Reggiani avvenuta nella capitale il 30 ottobre 2007, all'esterno della stazione ferroviaria di Tor di Quinto. La sentenza è stata inasprita: Mailat era infatti stato condannato in primo grado a 29 anni.

ALEMANNO - «La durezza della sentenza di appello per l`omicidio di Giovanna Reggiani interpreta pienamente il sentimento di giustizia non solo della famiglia della vittima ma di tutti i cittadini romani: questa sentenza sia di monito rispetto ad ogni tentazione di abuso delle donne della nostra città», ha dichiarato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

ZINGARETTI - Per il presidente della Provincia, Nicola Zingaretti, «a livello giudiziario si chiude oggi la dolorosa vicenda dell'omicidio: in un Paese dove la giustizia è lentissima questo è sicuramente un bene. Rimane l`immenso dolore della famiglia della vittima alla quale vogliamo nuovamente far sentire la nostra vicinanza. A livello sociale, politico e culturale - ha concluso - molto va fatto per evitare che così aberranti episodi di violenza si ripetano, come invece sta accadendo a livelli drammatici negli ultimi mesi».

«Ci riteniamo soddisfatti per la sentenza, che è un ulteriore segnale nella direzione della certezza della pena, della condanna di atti crudeli e assurdi, che non meritano attenuanti nè giustificazione alcuna», ha invece dichiarato Dario Rossin, capogruppo Pdl in Campidoglio.