23 aprile 2024
Aggiornato 01:00

Camorra: Narcotrafficante «Scissionisti» catturato in Ecuador

Antonio Pompilio era sfuggito agli arresti del 19 maggio scorso

NAPOLI - Un narcotrafficante degli «Scissionisti», Antonio Pompilio, è stato arrestato in Ecuador dall'Interpol. L'uomo, 32 anni, era scampato all'arresto dello scorso 19 maggio quando il Tribunale di Napoli emise 109 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di affiliati al clan.

Pompilio è ritenuto dagli investigatori uno dei trafficanti di droga dell'organizzazione criminale e, in particolare, per conto di Raffaele Amato. Per il capoclan, infatti, ha sempre curato l'importazione di grosse partite di stupefacenti dal Sud-America.

Per occultare la droga da inviare in Italia, il gruppo di narcotrafficanti a cui è legato ha sempre utilizzato ogni tipo di espediente come inserire le partite di cocaina e hashish nelle intercapedini dei mobili oppure nei tronchi di pregiate piante tropicali. In una circostanza, la polvere bianca era nascosta all'interno di palloni da calcio. Droga che sarebbe giunta nel porto di Salerno per poi essere immessa sul mercato napoletano dagli spacciatori degli «Scissionisti».

Pompilio è attualmente detenuto in Ecuador, in attesa di estradizione.