28 gennaio 2020
Aggiornato 10:00
L'assessore Bruschini riferisce ai Capigruppo e alla Commissione Territorio e Ambiente

Terremoto in Abruzzo: continuano gli aiuti dall'Emilia-Romagna

In allestimento a Villa Sant'Angelo nell'aquilano due moduli per l'assistenza agli sfollati per 500 persone

BOLOGNA - E’ in fase di completamento a Villa Sant’Angelo nell’aquilano l’allestimento di due moduli per l’assistenza agli sfollati messi a disposizione dalla Protezione Civile dell’Emilia-Romagna. Ogni modulo ospita 250 sfollati ed è dotato di  tende, bagni, docce, distributore di acqua potabile, derrate alimentari, nonché di  linee di telecomunicazione d’emergenza, impianti di luce e gas. Già da stasera vi troveranno ospitalità circa 500 persone a cui saranno assicurati i pasti necessari. E’ quanto ha riferito questo pomeriggio in una riunione congiunta dei Capigruppo  e della Commissione territorio e ambiente  dell'Assemblea legislativa, l’assessore regionale alla protezione civile Marioluigi Bruschini.   I Consiglieri hnno espresso il loro apprezzamento per l'operato dell'Agenzia regionale di protezone civile e l'assessore Bruschini si è impegnato a riferire ogni tre mesi all'Assemblea stessa sull'evolversi della situazione in Abruzzo e sull'operato della Regione nelle zone terremotate.

Un terzo modulo della Colonna mobile regionale  è già stato predisposto e - in caso di necessità - potrà partire  per una località indicata dal Dipartimento nazionale di protezione civile. Composto da 12 mezzi, con ulteriori 30 volontari, 40 tende, 6 container bagni e docce, completo di 1000 pianali da sistemare alla base del terreno e  di 400 cisterne d’acqua da 2000 litri, potrà ospitare  250 persone.

Attualmente i mezzi della Protezione Civile regionale operativi nelle zone terremotate sono 82. Un nucleo di valutatori regionali per le verifiche di agibilità sugli edifici è già attivo presso il Centro Operativo Misto (COM) del Comune di San Demetrio nei Vestini.

Il presidente della Regione Vasco Errani e l’assessore Marioluigi Bruschini stanno seguendo costantemente l’evoluzione della situazione. E’ in funzione inoltre il Centro Multirischio dell’Agenzia regionale di Protezione Civile,  che agisce da presidio permanente e centro di raccordo logistico dei volontari e dei tecnici inviati nelle zone terremotate.  Il responsabile della Protezione Civile Regionale Demetrio Egidi si è recato questa mattina all’Aquila per una riunione con il responsabile del Dipartimento nazionale di Protezione civile sottosegretario Guido Bertolaso e raggiungerà subito dopo i campi allestiti dalla Protezione Civile regionale per seguire l’organizzazione logistica del campo e degli interventi di assistenza.

L’intesa tra il presidente Errani, il sottosegretario Bertolaso e il presidente dell’Abruzzo Chiodi
Già nella giornata di ieri, la Regione Emilia-Romagna si era immediatamente attivata e, in seguito ad un’intesa tra il presidente Vasco  Errani, il sottosegretario Bertolaso e il presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi, aveva inviato una prima sezione della Colonna Mobile regionale dedicata alla assistenza alla popolazione, due Posti Medici Avanzati per il soccorso sanitario in collaborazione con la Sanità-118, una task force logistica di pronto intervento, 2 moduli cucine in grado di garantire fino a 600 pasti turno, una squadra di geometri e ingegneri volontari specializzati nella rilevazione dell’agibilità degli edifici. Per un totale di 200 operatori tra volontari appartenenti ai Coordinamenti provinciali di Protezione Civile, all’ANPAs (Associazione nazionale Pubbliche assistenze) all’ANA (Associazione nazionale Alpini) alle associazioni volontari ingegneri e geometri di Protezione Civile PROING, GEOPROCIV, funzionari e tecnici dell’Agenzia regionale di protezione Civile e della sanità regionale.

Restano allertate altre strutture della Colonna mobile regionale pronte a partire in caso di necessità.