21 aprile 2024
Aggiornato 22:30
Crisi Medio Oriente

«Anziché polemizzare il Governo esca dal torpore»

Dichiarazione di Giorgio Tonini, componente del PD della commissione Esteri Senato

Nell’estate del 2006 fu la determinata e tempestiva iniziativa del governo Prodi a imporre una soluzione internazionale per fermare la guerra in Libano e garantire la sicurezza di Israele dagli attacchi missilistici di Hezbollah.

Vorremmo vedere il governo Berlusconi adoperarsi con la stessa determinazione e la stessa tempestività per fermare un conflitto sanguinoso che è già costato e rischia di costare ulteriori, enormi sofferenze alle popolazioni di Gaza, di rafforzare l’estremismo di Hamas e di allontanare quell’accordo di pace che è l’unica via per garantire a Israele il suo inviolabile diritto di esistere e di vivere in sicurezza.

Anziché polemizzare col Pd e con Veltroni, la maggioranza e il governo farebbero bene ad uscire dal torpore e a muoversi. L’Italia non fa più parte del Consiglio di sicurezza dell’Onu, ma non ne faceva parte nemmeno nel 2006.

Ed è invece presidente di turno del G8 e comunque uno dei grandi Paesi d’Europa. Se il governo si muoverà, avrà l’opposizione al suo fianco. Se preferirà l’inerzia, non saremo noi ad offrirgli alibi.