10 luglio 2020
Aggiornato 23:00
Classi di inserimento

«Le classi ponte presenti nei Paesi Ue e in Usa»

Lo ha affermato Margherita Boniver del Pdl, Presidente del Comitato Schengen e Immigrazione

«Che alla fine si facciano, oppure no, le famose classi ponte suggerite dalla Lega per preparare i bambini immigrati a meglio inserirsi nel sistema scolastico italiano, poco importa. Certo e’ che in molti Paesi europei questi corsi speciali di inserimento esistono e non credo proprio che siano motivo di scandalo come da noi».

Lo ha affermato Margherita Boniver del Pdl, Presidente del Comitato Schengen e Immigrazione. «Rimane comunque un’idea molto interessante ma, soprattutto, e’ stupefacente che, ancora una volta, si sia voluto, disperatamente, utilizzare una proposta per lanciare l’ennesimo e fasullo allarme razzismo. Esattamente come e’ avvenuto per il tanto vituperato censimento dei campi nomadi, i cui metodi sono stati approvati dall’Europa.

Tutto questo e’ legna buona da ardere per certe trasmissioni televisive all’insegna della faziosità e da fiato alle trombe di Famiglia Cristiana che così spera di vendere qualche copia in più».