15 dicembre 2019
Aggiornato 01:30
Consiglio Superiore della Magistratura

CSM: aperta una pratica a tutela del Procuratore di Reggio Calabria

Giuseppe Pignatone, Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, fatto oggetto di accuse di corruzione da parte di un periodico calabrese

Il Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura Nicola Mancino, anche aderendo alla richiesta dei Consiglieri Giuseppe Maria Berruti e Francesco Saverio Mannino, ha chiesto, in via d’urgenza, alla Prima Commissione di aprire una pratica a tutela del Cons. Giuseppe Pignatone, Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, fatto oggetto di accuse di corruzione da parte di un periodico calabrese.

Lo stesso dott. Pignatone, in un esposto presentato al Consiglio Superiore della Magistratura, denuncia l’assoluta infondatezza delle affermazioni contenute nell’articolo, firmato da tale Francesco Gangemi, già più volte condannato per il reato di diffamazione in relazione alla pubblicazione di numerosi articoli di contenuto denigratorio nei confronti di magistrati in servizio presso gli uffici giudiziari di Reggio Calabria.

Venuto a conoscenza dell’esposto, il Vice Presidente del CSM, dopo aver interpellato il Primo Presidente e il Procuratore Generale della Corte di Cassazione, e salvo ratifica nella prima seduta utile del Comitato di Presidenza, ha trasmesso gli atti alla Prima Commissione.