12 dicembre 2019
Aggiornato 21:30

Giovane ucciso a MIlano: Cgil Lombardia parteciperà a funerali

«Solidarietà alla famiglia Guibre e condanna della violenza e del razzismo»

«L’aggressione che ha portato al barbaro omicidio di Abdoul William Guibre, cittadino italiano originario del Burkina Faso, l’evidente spirito razzista che ha accompagnato questo gravissimo episodio non possono che spingerci a riflettere non solo sul valore della vita umana, ma sul clima di intolleranza e violenza che si sta creando nel nostro Paese». E' quanto si legge in una nota della Cgil Lombardia. «Un clima - aggiunge - voluto dal governo di centro destra che, con le sue politiche securitarie, rischia di alimentare diffidenza e paura, xenofobia e razzismo. Siamo ai livelli di guardia, occorre acquisire la consapevolezza che siamo una società in profonda trasformazione».

«Non basta dire che «è una vergogna quanto è successo», le istituzioni in primo luogo devono impegnarsi a non alimentare atteggiamenti di odio nei confronti di chi è diverso e a garantire politiche e risorse che aiutino i processi di convivenza e di integrazione sociale. Gli insulti, il discredito dell’altro da sè, le discriminazioni, le generalizzazioni che criminalizzano intere comunità devono cessare. Occorre riconoscere diritti e dignità di chi vive nel nostro Paese, senza distinzione di razza, di genere, di orientamento sessuale, di religione, come recita la nostra Costituzione», continua la nota.

«La CGIL Lombardia, che ha riunito ieri il suo Comitato Direttivo, in un ordine del giorno approvato all’unanimità ha espresso solidarietà alla famiglia di Abdoul Guibre, chiamando le lavoratrici e i lavoratori, i cittadini, le istituzioni a riflettere su quanto sta avvenendo e a mobilitarsi. Alla Regione Lombardia ha chiesto l’avvio di un confronto sulle politiche rivolte ai cittadini immigrati sul nostro territorio, e ai propri militanti di dar vita a momenti di discussione nei luoghi di lavoro su questi temi e sulle politiche del Governo di centro destra nei confronti degli stranieri. La CGIL Lombardia - conclude - sarà presente ai funerali di Abdoul William Guibre per testimoniare la vicinanza agli amici e alla famiglia del ragazzo e per affermare la propria ferma condanna di ogni forma di razzismo e di violenza che metta in discussione le regole di una convivenza civile e solidale».