15 ottobre 2021
Aggiornato 23:00
Attuazione del programma di Governo

Al via la campagna di comunicazione istituzionale «Governo incontra»

Al via la campagna di comunicazione istituzionale che l’esecutivo si appresta a varare sul territorio nazionale dal titolo “Governo incontra”, presentata il 25 luglio dal Ministro per l’Attuazione del programma di governo Gianfranco Rotondi insieme al Presidente del Consiglio Berlusconi, durante la conferenza stampa seguita al Consiglio dei Ministri

Si intitola «Governo incontra» la campagna di informazione istituzionale delle attività del governo. Ad annunciarlo è il ministro per l’Attuazione del programma, Gianfranco Rotondi, insieme al premier Berlusconi, durante la conferenza stampa successiva al Consiglio dei ministri di venerdì 25 luglio.

L’iniziativa serve a comunicare periodicamente l’attività di governo e coinvolgerà tutte le province italiane con il preciso obiettivo di informare su quanto realizzato dall’esecutivo e di ascoltare le esigenze dei cittadini. L'idea parte dalla consapevolezza che la comunicazione diviene proficua e diretta quanto più vicina al territorio e alle persone che quel territorio abitano.

«La campagna di comunicazione – ha spiegato Rotondi -«toccherà tutte le province italiane e si avvarrà della conferenza permanente presente presso tutte le prefetture presiedute dal prefetto, costituita dai sindaci, dai rappresentanti del sindacato, delle categorie produttive, delle università ed aperta alla popolazione».

Si tratta- chiarisce Rotondi- «di un format per la comunicazione che si regge sul territorio attraverso gli organismi istituzionali e organizza delle sessioni nelle cento città d’Italia per metà siano il racconto di quello che il governo ha fatto e per metà siano l’ascolto delle esigenze delle comunità locali».

Durante il Consiglio dei Ministri, Rotondi ha annunciato che nei prossimi giorni sarà istituita con decreto ministeriale la Conferenza di programma per «la comunicazione istituzionale dei risultati dell'attività governativa sul territorio». Non sarà un organismo di carattere politico, «a fini solo propagandistici«- assicura il ministro- «ma un organismo di valenza istituzionale che avra' come punto di riferimento il territorio».

«Governo incontra» ha il suo punto di forza nella disponibilità da parte dei suoi protagonisti quali il Presidente del Consiglio, i Ministri e i Sottosegretari.

«Chiederemo a tutti - ha sottolineato Rotondi- «la propria disponibilità alla presenza». «E' una necessità che aguzza l'ingegno, ha proseguito il ministro- «non ci sono soldi e la comunicazione istituzionale ha bisogno di soldi o di fantasia, noi mettiamo in campo la seconda».

Il modello che il ministro intende seguire è quello attuato recentemente a Napoli dove il Governo ha dato la fiducia «ad una città che domandava più Stato».

«Governo incontra»- ha concluso Rotondi- «è una campagna di ascolto e di comunicazione; speriamo che, con i risultati del Governo, abbia successo anche questo format che, nel suo piccolo, potrà essere uno dei tanti elementi di innovazione che la politica italiana sta conoscendo».