20 settembre 2021
Aggiornato 07:30
Marketing

Tendenze di SMM del 2021: Come Promuovere i Marchi sui Social Network

Come creare e promuovere correttamente i contenuti per i social network nel 2021: una panoramica delle tendenze attuali e promettenti

Tendenze di SMM del 2021: Come Promuovere i Marchi sui Social Network
Tendenze di SMM del 2021: Come Promuovere i Marchi sui Social Network Pixabay

Il 2020 è stato un anno difficile e i responsabili di social media marketing hanno dovuto adattarsi alle nuove tendenze che cambiavano in continuazione. Il fattore principale è stata la pandemia, che ha aumentato notevolmente la rilevanza della presenza online dei marchi, ha creato una tendenza per i contenuti generati dagli utenti e ha reso il pubblico attento ai falsi. Alla luce di queste tendenze, è possibile ipotizzare le condizioni per la promozione delle attività sui social network nel 2021.

Perché é importante?

Il pubblico dei social network è in costante crescita. Questa crescita è continuata nel 2020 ed è probabile al 100% che la stessa cosa accadrà nel 2021. Quest'anno il pubblico è aumentato del 12,3%. Più del 50% della popolazione mondiale usa i social media ora: parliamo di 4,14 miliardi di utenti registrati. Si contano circa 14 registrazioni ogni secondo.

È ovvio che con questi dati così impressionanti, i marchi non possono ignorare i social media. Nel 2021, sarà più conveniente abbandonare lo sviluppo del sito dell'azienda piuttosto che non essere presenti sui social network. Queste piattaforme offrono un vantaggio inestimabile: il contatto diretto con il pubblico, la creazione di una comunità attiva e lo sviluppo della fiducia e dell'interazione.

Naturalmente, tutto questo è possibile con una strategia di promozione dei social media efficace. Anche i contenuti di alta qualità e il seguire le tendenze attuali sono importanti. Parliamone.

Tendenze «Zeta» e «Alpha»

Le tendenze dei social media sono influenzate da due generazioni moderne: z (quelli nati dal 2000 al 2010) e α (nati dal 2010). Sono essenzialmente diversi dai millennials che sono ora il pubblico principale dello shopping online.

Zeta e alfa diventeranno presto solvibili e i marchi dovranno conquistare per tempo la fedeltà di questo target. Un modo è quello di parlare ai giovani di argomenti interessanti per loro. I temi più discussi sui social network nel 2020 sono l'uguaglianza, la politica, l'istruzione, l'economia, il cibo, l'equilibrio psicologico e l'impatto della pandemia sulla società.

È importante comprendere che questa non è una tendenza a breve termine. Zeta e alfa stanno già influenzando le tendenze dei social media in modo importante e questa loro influenza continuerà a crescere. Un'altra cosa: non pensare che siano sciocchi. Un'azione una tantum a sostegno di un gruppo sociale vulnerabile non apparirà convincente. Se ti rivolgi alle nuove generazioni, preparati a dover svolgere un lavoro continuo e sistematico. Altrimenti, otterrai negatività a palate come risposta e migliaia di fan che di disiscriveranno.

Lavora in modo sistematico, articola posizioni chiare del marchio su questioni che riguardano il tuo pubblico e riuscirai a sviluppare un pubblico fedele, unito da valori condivisi. Alla fiducia seguiranno le vendite.

Attenzione al sociale

Questa tendenza è una continuazione di quella precedente. Una delle caratteristiche peculiari delle nuove generazioni è la consapevolezza. Si esprime in relazione alla propria salute (inclusa la salute mentale), al mondo e alla società. Se un marchio vuole lavorare con successo con questo pubblico nel 2021, deve prestare maggiore attenzione ai temi dell'autosviluppo, della tolleranza e dell'inclusività.

Contenuti senza fake

La quantità di informazioni false nel 2020 è stata davvero impressionante. L'argomento principale, ovviamente, è stato il Covid-19. Tuttavia, anche senza di esso, i contenuti ingannevoli erano così tanti che persino Donald Trump ha ripostato più volte messaggi di dubbia origine sulla sua pagina.

Il pubblico è stanco dei fake. Ovviamente, nel 2021, dovresti controllare attentamente le fonti delle informazioni pubblicate e rifiutare contenuti equivoci «per amore dell'hype». La reputazione è più importante.

Naturalezza

Rinuncia non solo ai fake ma anche agli «orpelli» con cui contorni l'immagine del tuo marchio. Per diversi anni, i social media hanno permesso alle aziende e alle persone di mostrarsi da una falsa prospettiva. Tutte queste cose come la manifestazione del successo, le pose artefatte e le emozioni finte stanno già scomparendo nel passato. Proprio come nella vita reale, la sincerità viene prima nel contenuto grafico e testuale.

Ad ogni modo, allo stesso tempo, questo non significa che la qualità del contenuto debba diminuire. Il pubblico è ormai abituato a contenuti di qualità e questa tendenza continuerà. Perciò, è necessario combinare l'apertura e la naturalezza con un lavoro professionale sulle pubblicazioni.

A proposito, nel 2021, la popolarità degli account «monocromatici» sarà probabilmente limitata. Parliamo dell'approccio di tendenza «un account - una combinazione di colori». Infine, puoi diversificare il tuo feed e permetterti di sperimetare.

Per registrare un account, puoi utilizzare servizi speciali. Per esempio, il generatore di loghi permette di creare rapidamente elementi di identità di base per il branding di un account commerciale.

Stimolazione della creazione di contenuti generati dagli utenti

L'autoisolamento a livello mondiale ha impedito agli utenti di creare un nuovo UGC unico. Nel 2021 sembrerebbe che il lockdown a livello locale o globale continui in molti paesi. Di conseguenza, i vincitori sono quei marchi che offrono nuovi strumenti e modelli per lavorare con i contenuti in un nuovo scenario. TikTok, che inizialmente ha guadagnato popolarità grazie ai suoi strumenti per la creazione di contenuti, è un buon esempio. Gli utenti possono creare tali contenuti ovunque con solo uno smartphone e un'app.

Tendenza nostalgica

Come conseguenza degli eventi del 2020, le persone in tutto il mondo hanno bisogno di emozioni positive. L'ansia generale, alimentata dalle notizie e dai post negativi sui social media, fortifica il background negativo. Ovviamente, le persone vogliono vedere almeno qualcosa di buono.

I ricordi possono aiutare. Qualche piacevole flashback dal passato (anche se non molto lontano) garantisce emozioni positive. Questo funziona non solo con le informazioni ma anche con i contenuti di marketing. È sempre piacevole ricordare momenti felici. Il marketing nostalgico sarà una delle tendenze del 2021.

Contenuti adattati al coronavirus

Anche se presumiamo che nel 2021 la maggior parte delle persone sarà vaccinata e l'onda di incidenza attiva inizierà a diminuire, la tendenza continuerà nelle direzioni relative alla pandemia. Di conseguenza, i contenuti brandizzati dovrebbero continuare a focalizzarsi sull'avvicinare le persone, l'assistenza sanitaria, il supporto e la motivazione. Inoltre, dobbiamo continuare a promuovere il distanziamento sociale, gli acquisti online, i servizi contactless, lo smartworking, ecc.

Gamificazione dei contenuti

La pandemia ha incrementato la popolarità dei videogiochi tra gli utenti. I giochi sono diventati un'alternativa alla comunicazione in carne ed ossa, che era preclusa. Questo è specialmente vero per i giochi online in cui gli utenti formano comunità locali, legate da interessi comuni e altre particolarità.

È bene rispondere a questa tendenza e concentrarsi sulla creazione di contenuti gamificati nel 2021. Intrattenimento, interattività, interazione online coinvolgente - tutto questo dovrebbe diventare la forza trainante nella comunicazione dei marchi e del pubblico.

I Meme come strumento di comunicazione

Usa emoticon e GIF solo quando ti rivolgi ad un pubblico più anziano. I Millennial e i ragazzi della generazione «Z» sono più abituati ai meme. Questi non sono solo mezzi per intrattenere il pubblico. Puoi provare a scegliere i memi per ridurre il livello di negatività o per mostrare la reazione a problemi sociali complessi e altri argomenti rilevanti.

I microblogger sono meglio dei milionari

I blogger da un milione di follower hanno una portata maggiore, ma i micro-influencer hanno livelli di coinvolgimento molto più alti. I motivi sono diversi:

  • I top blogger hanno un pubblico eterogeneo. Ci sono persone appartenenti a diversi gruppi sociali ed è più difficile personalizzare la pubblicità per loro;

  • Il pubblico è stanco della pubblicità e considera tali blogger come degli showmaker: è interessante guardarli, ma allo stesso tempo hanno poca fiducia in loro.

Allo stesso tempo, un blogger di nicchia che non rincorre i like è molto più credibile. Inoltre, i suoi iscritti sono uniti da diversi fattori (interesse generale, sesso, età, ecc.), il che ti permette di perfezionare i tuoi annunci e ottenere più risposte. C'è anche un'altra cosa: l'interazione con i micro-influencer è molto più conveniente.

Conclusione

Molte previsioni non sono nuove per i marketer dei social media. Di fatto, sono una continuazione delle tendenze stabilite in questo 2020 angoscioso. Le aziende scelgono quelle più utili per ottenere risultati di successo in una prospettiva a lungo termine.